Thelma & Louise

Fino a che punto una donna può partire e prendersi il suo spregiudicato momento di assurda euforia?Magari non finirà come nel film(ringraziando il cielo),ma l’altro giorno mi sono ritrovata nella strada,tra l’asfalto rovente..Le mattate con mia cugina,che considero come una sorella,se non addirittura,un’altra parte di me..E’ stata sua l’idea..di punto in bianco..partire..fuggire per un po’ sotto il sole cocente del tardo pomeriggio,con la nostra ironia flirtereccia che ci rendeva consapevoli dei nostri sguardi agli idioti della macchina dietro..e alla parola fuga mi sono lanciata con l’abbandono più fiducioso..i finestrini abbassati,l’aria fra i capelli,il caldo del sole,la sigaretta fra le dita e il cantare urlando qualsiasi canzonetta passassero alla radio..e di risate tante e tante..Non ne potevo più,mentre giravamo come due sceme alla ricerca di una via,di una casa..e alla fine ci siamo riuscite..ci siamo regalate un momento di indipendenza,di scelta e di consapevolezza..dietro quel breve viaggio abbiamo nascosto,in fondo,il nostro infinito,viscerale amore per la libertà e per la volontà di non farci sottrarre,i voli immensi delle nostre anime…

Thelma & Louiseultima modifica: 2004-05-18T09:13:52+02:00da milla188
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Thelma & Louise

  1. è un film che adoro questo… per un sacco di motivi… Credo che il desiderio di libertà sia dentro ognuno di noi… non penso però che molti sarebbero davvero in grado di lasciare tutto ed iniziare una nuova vita… Ogni tanto fa bene partire è vero… ma spesso è bello anche tornare… CIAO CIAO buona giornata

  2. Bel post…carino davvero…mi riempie di gioia sapere che corri via dal mondo in questo modo…una volta c’era una persona accanto a te e correvate insieme…ora scappi anche da lui…forse il tuo destino è quello di correre via da tutto ciò che ti lega…intanto io ti do il mio addio…per queanto mi è possibile…

  3. I cerchi sul lago

    Ho aperto da poco il mio blog e quando l’ho fatto non avevo la più pallida idea di cosa fosse… quali potenzialità avesse e a quali regole si muovesse… e non intendo regole esplicite di contratto…. Ma leggi non dichiarate che si imparano strada facendo… un po’ come un gioco di carte che possiede un numero esatto di regole fisse ed uno variabile di regole di comportamento ed interazione tra i concorrenti, che si imparano giocando…. Una sorta di codice cavalleresco al quale, a seconda delle situazioni, attenersi oppure no. Ed è ciò che rende il gioco vivo, pulsante, che lo allontana dalle logiche di fortuna e meccanicità, per renderlo più simile ad un dialogo. Uno scambio di contatti in cui si perdono i ruoli di sconfitto e vincitore per diventare finalmente e solo partecipanti: inteso nel senso più vero…. Non più pedine su una scacchiera, ma entità “solide” mosse da una profonda partecipazione… . Non più parole, ma PAROLE accompagnate dal vento della vita. Ora questo è solo un ragionamento, un’idea presa e trasformata in filo logico, ma a dire il vero possiede un seme …. Un’immagine che si è materializzata nei miei pensieri: un lago.
    Un immenso specchio d’acqua sulle cui sponde siede una tribù… ognuno ha legato alla cinta un sacchetto di sassolini e quando vuole dire qualcosa ne getta uno in acqua….. la superficie si increspa formando una serie concentrica di cerchi che si allontanano andando a lambire altri cerchi. Così ci si trova e quei cerchi, come carezze, o sorrisi, ci fanno scoprire quanto siamo simili e legati da fili invisibili…… ogni sassolino è un offerta al lago, e lui, per ripagarci, ci mette in contatto con le persone che più ci sono vicine…. E questo è bello!! Provate a guardarlo dal cielo, questo specchio argentato mostrato da una luna generosa…. Provate a sentire il suono e la musica di mille sassolini gettati in acqua… e il brivido che percorre la pelle quando due cerchi si incontrano svelando ognuno il proprio carico di emozioni……. Blog? Internet? Tastiera e monitor? Tutto sparito!!! Ora possiamo chiudere gli occhi e ascoltare……………… ………………………grazie Sara per la tua sensibilità e generosità ……grazie Sabry per il tuo coraggio e lungimiranza ………grazie k.ay per la tua semplicità e per i complimenti…..l i ho apprezzati perché sono sinceri……grazie gheisha per l’ironia……..…gr azie Umbe per aver acceso la miccia del pensiero “vitale”, per il prosecchino e per tutte quelle vecchie ante (mia nonna si dissocia da questo ultimo ringraziamento… visto che le ho mollate a casa sua…)…. …. Grazie a tutti….ciao…. emy

Lascia un commento