…e poi la furia della tempesta…


Stamattina ho fatto un singolare lavoro su me stessa..mi sono alzata dal letto e ho raccolto i brandelli del mio essere sparsi per tutta la stanza.Sono esplosa ieri,sono esplosa di rabbia cattiva e senza freni.Ho dato le doverose colpe a me stessa e anche a qualcun altro..forse a torto..Mi sono sentita stupida,irrazionale..avevo fatto tanta fatica per restare calma,per tenere tutto dentro..e invece no…i miei occhi gonfi,chiusi a fessura che a stento riescono a sopportare la luce ne sono una dimostrazione lampante.Il fatto é che sono stata sempre molto dura con me stessa,mi arrabbio spesso e non mi giustifico mai.Ma stavolta é stato diverso..ho fallito su una cosa che riuscivo sempre a tenere sotto controllo,qualcosa che manovravo con destrezza e abilità…vorrei sapere chi é stato capace di togliermi questo..Ieri me ne sono uscita da qui e ho trovato la mia realtà pronta a tendermi una mano,ad aiutarmi..a tempo determinato ben inteso..già,perché mi é stato detto che posso stare male solo a certe ore e a certi momenti,quando certe persone non devono farsi gli affari propri..e allora perché offrirmi aiuto? Io sono una persona che non chiede più,ho smesso di farlo da parecchio tempo,non per orgoglio,ma per paura di essere petulante,o oppressiva,o noiosa..Volevo chiedergli di restare con me,di non lasciarmi da sola proprio oggi,di rimandare i suoi impegni per una volta,perché sto male,perché mi bruciano gli occhi e l’anima..volevo chiedere aiuto…ma non l’ho fatto..non voglio costringere nessuno,certe accortezze non devono essere richieste come gli sconti su merce fallata..lui non ci ha pensato,o forse sì ma non l’ha detto…So solo che ho chiuso il telefono,mi sono infilata sotto le coperte e ho cominciato a piangere lacrime silenziose che malcelavano il triste senso di solitudine di ciò che resta della mia anima…

…e poi la furia della tempesta…ultima modifica: 2004-02-27T10:27:33+01:00da milla188
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “…e poi la furia della tempesta…

  1. le foto che accompagnano i tuoi post sono belle.. dure insieme alle parole scritte, ma si sposano bene.. non credo d’avere molte parole da dirti per provare almeno a strapparti un piccolo sorriso.. posso capire in parte come ti senti.. inutile sentirsi dre che sei forte, che tutto passa e via cosi.. anche se è vero.. è verissimo.. già.. è scritto tra le tue righe.. 😉 Una sola raccomandazione .. attenta a chi chiedi aiuto.. a chi ti appoggi potrebbe rivelarsi un castello di carte invece di un muro solido e portarti ancora più giù..
    ti abbraccio.. contento di averti tra le mie pagine..

  2. Milla non vuol più parlare
    non vuol più giocare
    vorrebbe soltanto dormire
    Milla non vuol più capire
    sbadiglia soltanto
    non vuol più nemmeno mangiare
    Milla è stanca
    Milla vuole dormire
    Milla è stanca
    Milla vuole dormire
    Milla ha lasciato la gente
    a guardarsi stupita
    a cercar di capir cosa
    Milla non sente più niente
    non sente le voci che il vento le porta
    Milla è stanca
    Milla vuole dormire
    Milla è stanca
    Milla vuole dormire

    Io che l’ho vista piangere
    di gioia e ridere
    che più di lei la vita
    credo mai nessuno amò
    io non vi credo
    lasciatela stare
    voi non potete

    se adattare questo brano a quella che pare la vita in quella stanza è stato facile, altrettanto facile sara’ trovare un soffio di vento che spazzi via nuvole e tempeste, ritrovare sole e sorrisi, forza e voglia di fare.. da sola… o con qlc esperto del mettere la testa sotto il cuscino.. 🙂
    buona giornata milla
    bacio
    m.p.

  3. che dirti, io credo che non c’è cosa più bella che chiedere aiuto. ho visto persone che si amavano che soffrivano che stavano male
    che volevano tutti e due la stessa cosa che piangevano per gli stessi motivi e che rimanevano lontani quando la cosa che più desideravano era stare insieme. MILLA, inizia ad abbracciare tu se vuoi essere abbracciata, non lasciare che il silenzio ti faccia soffrire così. Io ne sono convinto, in Amore, non c’è cosa più bella che chiedere aiuto…

  4. Sei la benvenuta, ogni volta che lo vorrai. a volte chiedere aiuto, urlare “sto male”, è la cosa migliore: chi non sbaglia, chi non ha difetti, chi non piange? se qualcuno chiedesse a te una mano so che l’allungherest i senza esitazioni…qu indi non esitare! è poco, ma ora allungo la mia e ti abbraccio, grazie del tuo passaggio, io.libera

Lascia un commento