Tu vivrai con me..


Mi sono persa in quest’immagine,nel vedere come rappresenta ciò che amo di più,ciò che é parte del mio essere..ciò che amo ma nascondo da tutto e tutti…rimane sempre in penombra,indefinito,nascosto,p oetico,etereo,mio… Solo qui posso lasciar correre libere le mie parole..e non ho paura,l’anima si perde fra i mille significati di un perché,tra i mille silenzi di una lacrima..quando scrivo mi sento vera,solo qui riesco a togliere gran parte del mio trucco di scena,a rivelarmi per ciò che sono.. Mi chiedono di non avere paura…mi dice di non temere..ma non posso,io so che é qualcosa di grande che non posso contenere,so il rumore sordo di lacrime che non riescono più ad arrivare agli occhi,conosco lo stringersi del cuore affaticato,il dolore che si esplica in un grido strozzato…ora so che non sono più così,ho altri mezzi per esternare la mia paura,il mio rammarico,il mio schifo per tante cose che vedo…ora ho il silenzio con me,mio nemico e mio alleato..la rabbia e il rancore non mi servono più,sono infantili e gettano l’altro nella convinzione di aver vinto contro una povera matta..Il silenzio no.Egli svetta vittorioso,trincerato dietro sguardi che solo un’anima piena di passione può capire..piega gli animi di fronte a domande incessanti e inutili..mi sento forte ora,dignitosa senza i miei sbraiti da bambina,riesco a soffocarli molto spesso o al limite durano poco..ma non so se saprei controllare il dolore di essere abbandonata di nuovo..forse non sono ancora pronta,forse riuscirò anche in questo…ma quelle parole…”Tu vivrai con me..”..non posso crederci,non voglio,non devo…sono una donna forte che non vuole più credere alle favole,ma che fondalmente ancora ne è vittima…e attendo quindi,non dico,non parlo,offro il mio silenzio,soffoco quella felicità tanto effimera che vuole illudermi ancora un po’..e mi spengo,come questo tramonto,attendendo una notte che possa celare ogni mio pensiero…

Tu vivrai con me..ultima modifica: 2004-01-23T09:50:45+01:00da milla188
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “Tu vivrai con me..

  1. … e quando cala il tramonto i pensieri si fanno pesanti. peparano la notte. Al mattino tutto cambia: c’è la voglia di lottare per un altro giorno che deve scorrere. Poi passano le ore e mi accogo che la battaglia non è finita. Grazie per le cose che mi scrivi.

  2. ..perdona la mia debolezza… son rimasto davvero attonito… che immagine e che sensazione 🙂
    ciao ti ricambio la visita, portandoti in dono il mio benessere da libertà condivise e da strette del falco ritrovate… ma ricevo in cambio una bella descrizione di umana umanità, di vitale vita… di fantastica favola…ed un bel modo di vivere il silenzio, affrontandolo, combattendolo, gustandolo… tutto ed il contrario di tutto, esasperato a 160 bpm ..oppure sussurato dolcemente e soavemente dalla voce che hai dentro….
    ciao buon we
    un saluto
    M.P.

  3. ..lo so.. ed è questo che non mi piace.. che mi fa star male.. il non poter far niente, non per superare quella difesa, ma per far star meglio chi quella difesa la tira su… e, a volte, non rispettare quel silenzio.. senza capire se quell’intrusio ne è ben’accetta o no…
    non è semplice..

  4. riguardo invece al mio commento precedente. è normale avvertire la claustrofobia dopo che un posto ti ha dato molto. non voglio fuggire da nulla, cara Milla. non stavolta. è solo che mi rendo conto di essere vicina alla fine del mio percorso qui. poi non so quando avverrà. se subito. se tra un mese. per il momento l’ho vissuto come un pò troppo condizionante.. ed io temo le catene come il diavolo con l’acqua santa. però mi faccio incatenare a dispetto di questa paura. in ogni caso il blog non lo chiuderò. e.. sta sicura.. a te non ti perderò! un abbraccio

Lascia un commento