“Ma io lo amo…”

Forse un’immagine avrebbe parlato meglio per me..forse sarebbe stata più incisiva una foto particolare,magari una di quelle in bianco e in nero che danno quasi l’idea di ricordi cristallizzati,lontani,remoti, statici.. L’ho visto ieri…mi sono ritrovata accanto al mio ex-ragazzo l’altro giorno..o per lo meno ciò che resta di quel che conoscevo..si cambia sempre così tanto quando ci si allontana da un’altra persona,chissà perché..stentavo a constatare che era lui,mentre si dilungava nei bla-bla-bla del suo lavoro in mille discoteche e del suo corso di barman..Provavo a guardare nella sua anima,a fondo,per vedere il perché del suo futile affannarsi dietro cose tanto sciocche..non deve dimostrarmi niente eppure lo faceva,mi diceva “ecco cosa sono da quando non stiamo più insieme,tengo occupata la mia mente impegnandomi la vita fino a non avere più tempo neanche per respirare..”.Avevo male al cuore nel vedere la sua metamorfosi,ho avuto quasi paura nel sapere cosa dovessi dirgli mentre mi elencava il nome di tutte le sue nuove amiche e i prezzi di tutti i regali costosi che andava facendo.. Le avevo nitidamente presenti queste puttanelle da quattro soldi intente ad approfittarsi della sua eterna ingenuità,ma non potevo dire niente,mi sono barricata nuovamente nel silenzio,per non passare da vipera gelosa,l’ho fatto per lui,l’ho fatto per me…
Alla fine mi sono femata e l’ho guardato dritto negli occhi,avevo il vento gelido che mi graffiava la faccia come per sbattermi addosso la mia stupidità e dopo mesi e mesi ho parlato..
“Mi dispiace farti soffrire Ricki,mi spiace tanto,io non vorrei mai ma le cose sono diverse..Pensavo di poter controllare i miei sentimenti,pensavo che una storia tranquilla fosse ciò che volessi,senza amare,senza dannarsi senza fine per una persona..ma qualcosa mi é sfuggito di mano..tu sai che ora quella persona é parte di me…”mi sentivo ridicola nello sputare fuori queste banalità da soap opera scadente,ma era quello che provavo,era la verità..
Lui mi ha risposto:”Capita di affezionarsi alle persone,ma l’amore è un’altra cosa..lui ti é stato vicino quando ne avevi bisogno,forse é questo che ti fa vedere le cose sotto una luce diversa e …”
L’ho interrotto facendogli no con la testa…”Ma io lo amo…”..queste le uniche quattro parole che sono uscite dalla mia bocca,prima di piangere per aver detto una cosa più grande di me…
Mi ha guardato come se l’avessi picchiato a sangue,come se avessi fatto chissà quale cosa..mi ha preso la testa fra le mani e mi ha dato un bacio,ha alzato il braccio,si é voltato e se ne é andato..il mio passato..l’ho lasciato scorrere via dalle mie mani,come sabbia che si disperde nel vento..mi sono voltata anch’io..ho aperto la mia borsa,il mio pacchetto,ho preso la mia sigaretta,il click dello zippo che si apre,l’odore di benzina…ho sentito una strana sensazione nel cuore e nella mente un solo nome….

“Ma io lo amo…”ultima modifica: 2004-01-22T15:34:32+01:00da milla188
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su ““Ma io lo amo…”

  1. Mi hai preso al cuore caraMilla….è bello ciò che hai scritto…a volte è dura scontrarsi con il passato..potreb be sorprendermi tutta la fatica che hai fatto per liberarti del tuo passato dopo così tanto tempo e dopo mesi passati accanto ad una persona che AMI…ma non mi sorprenderà perchè nel cuore ho le mille parole che hai scritto del tuo ex,contro le poche spese per colui che ami…questo è quello che mi piace di te…continua ad amarlo….come lui fa senza ritegno e paura…ho fiducia in voi…

  2. posso essere sincera? un uomo che ti è stato accanto e la prima volta che ti rivede ti parla di altre non è propriamente un gentleman. d’accordo.. è il suo modo di difendersi da quello che avete vissuto ma è comunque da cazzotto sul naso. e te lo dico perchè io non sono mai stata capace di fare un occhio nero all’unico uomo a cui ho concesso una relazione propriamente detta quando trova il modo di informarmi ogni volta che infila il pisello in un’altra donna. io mi racconto un sacco di barzellette e per sopportarlo in queste rare incusriosi senza mandarlo via col 118 mi dico che se lo racconta a me vuol dire che sono ancora il suo centro del mondo con cui lui si rapporta a tutto il resto.. beata illusione! quanto alla tua scoperta.. la parte più alla von trier di me sta gongolando, mentre grazie a dio quella che pensa si augura fortemente che si trattasse solo di un’allucinazio ne sentimentale provocata dalla benzina dello zippo colata nella borsa. comandamento numero ventisette: mai amare un discotecaro. finiresti accanto ad un uomo che quando ti bacia muove la lingua a ritmo di fargetta.. e questo non sta bene. ti ribacio gli occhietti chiusi dal sonno.. vista l’ora

  3. ah dimenticavo la nota tecnica. non ho un sito specifico per le foto. guardo molto in giro e spesso su siti stranieri. (per i quadri famosi vado sui siti dei pittori). a volte scelgo prima una foto che m’ispiri e poi ci scrivo sopra. ma molto più spesso devo associare l’immagine al post. non ho un metodo standard. per il canto della sirena sapevo esattamente che tipo d’immagine avrei voluto per quello scritto, ma non la trovavo. sono andata su google immagini e ho cercato mermaids. dopo una ventina di pagine ho visto le mia ammalianti creature arroccate sullo scoglio. ci vuole solo un pò d’occhio e tanta.. tanta fortuna. P.S se vuoi un indirizzo trovo bei fiori o foto d’animali (tipo quelle del cigno..) su http://www.oasinweb.co m. ancora buonanotte

  4. IL silenzio…nemi co e alleato…arma fatale per qualsiasi persona che ascolta le parole…ma il silenzio vale molto di più e per chi sa comprendere il suo significato è ben più eloquente…alm eno non getta nell’incertezz a se lo si sa comprendere…m a come disse una persona a me cara e molto saggia…qualch e volta fa piacere sapere di essere amati davvero…

Lascia un commento